Ricetta veterinaria elettronica nel Milleproroghe

ANMVI chiede garanzie sui contenuti del decreto attuativo presentato dal Ministero della Salute

No a modifiche su operatività e titolarità prescrittiva del Medico Veterinario

(Cremona 20 luglio 2018) - Appreso di un possibile rinvio della ricetta veterinaria elettronica - dal 1 settembre 2018 al 1 dicembre2018 - nel Milleproroghe del Governo, ANMVI chiede garanzie sui contenuti del decreto che definisce l’operatività della tracciabilità informatizzata dei medicinali somministrati ad animali, tramite la ricetta elettronica emessa dal medico veterinario.

Si tratta di un provvedimento tecnico, già presentato in giugno dal Ministero della Salute e la cui emanazione è stata annunciata entro il mese.

L’Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani si dice fermamente contraria a che si sfrutti la proroga per  modifiche non condivise circa l’operatività del Medico Veterinario nonché della sua titolarità prescrittiva e terapeutica.

La mera trasposizione dal cartaceo al digitale delle ricetta veterinaria non può in alcun modo discostarsi dalla legislazione vigente in materia di prescrizione veterinaria.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani- 0372/40.35.47

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.