COMUNICATI STAMPA

 

TASSA SUL CANE NON STERILIZZATO, ANMVI: PARLAMENTO RI-BOCCI
UNA PROPOSTA PUNITIVA E  FISCALMENTE INIQUA

(Cremona, 16 novembre 2016) – La proposta dell’on Michele Anzaldi (PD) di tassare i proprietari che non sterilizzano il proprio cane ricalca un emendamento già presentato in passato dall’On Paolo Cova (PD) e giudicato “inammissibile” da questo stesso Parlamento. ANMVI- auspicando il medesimo epilogo- ribadisce la propria contrarietà ad ogni approccio punitivo nei confronti dei già tartassati proprietari di cani. Sterilizzare il cane per scampare una tassa non è un buon principio di possesso responsabile né di rispetto del benessere animale, dato che non tutti i soggetti presentano una anamnesi favorevole all’intervento chirurgico.

Tecnicamente poi, la proposta è inattuabile in quanto le anagrafi regionali canine – difformi fra loro e non di rado inefficaci- non riportano il dato dell’avvenuta sterilizzazione, un dato che- secondo il parlamentare sarebbe alla base del presupposto impositivo o di esenzione. Inoltre i Comuni non accedono ai data base, anche per croniche inadempienze amministrative che rendono ancora più iniquo e aleatorio il criterio impositivo sui contribuenti.

Ufficio Stampa ANMVI- Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani – 0372/40.35.47

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.