COMUNICATI STAMPA

 

UNA FILIERA SANA AUMENTA LA DISPONIBILITA’ DI ALIMENTI

L'EREDITA' DI EXPO - ECCO PERCHE’ ANMVI HA FIRMATO LA CARTA DI MILANO

Per i Medici Veterinari, i più vicini all’origine del cibo, firmare vuol dire confermare un impegno professionale


(Cremona 27 ottobre 2015) –Anche quando l’Esposizione Universale avrà chiuso i battenti le grandi questioni alimentari del Pianeta resteranno aperte. Ma si sarà rafforzato il principio che solo da filiere alimentari sane e sicure (food safety) potrà derivare una maggiore disponibilità di alimenti per tutti (food security).

La Carta di Milano, eredità morale di questa importante EXPO italiana, afferma il diritto al cibo “sano” e il valore del “benessere animale”. Per i Medici Veterinari firmarla significa confermare e rinnovare un impegno professionale, scientifico e deontologico, che si esplica lungo tutte le fasi della filiera, a cominciare dall’allevamento dove ha inizio la produzione alimentare primaria fino al prodotto in tavola.

Ma la Carta di Milano è anche un auspicio affinché si affermi una cultura alimentare più rispettosa del cibo (“il cibo è patrimonio culturale”) e di tutti coloro che ne fanno strumento di salute, di sviluppo economico, di occupazione e di benessere individuale e sociale. In questa direzione un grande sforzo e un grande contributo potrà arrivare dall’informazione, veritiera, equa e non piegata a secondi fini. Anche questo è un valore espresso della Carta di Milano.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani - 0372/40.35.47

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.