COMUNICATI STAMPA

Si metta in circolo la rete delle strutture veterinarie private.
Contro il randagismo e gli sprechi serve più prevenzione

(Cremona, 20 maggio 2010) - "C'è una rete capillare di strutture veterinarie pronte ad affrontare già da oggi la piaga del randagismo". Lo dichiara Carlo Scotti, Presidente Senior ANMVI, intervenuto oggi alla conferenza stampa di presentazione della task force contro il randagismo e i canili lager istituita dal Sottosegretario alla Salute Francesca Martini.

"I medici veterinari privati sono in grado da subito di attivare un piano di prevenzione veterinaria di base, che si fonda sull'identificazione e la sterilizzazione di cani e gatti. Sono queste - aggiunge Scotti- le leve per contrastare il randagismo e far rientrare una emergenza che è prima di tutto sanitaria, ma che incide in maniera consistente e da troppi anni sulle finanze pubbliche. E serve più veterinaria anche nei canili, dove troppo spesso il medico veterinario non è una figura istituzionalmente consolidata".

Plauso quindi dell'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, per una unità di intervento allocata presso il Ministero della Salute e forte di professionalità medico veterinarie. "La task force- conclude Scotti- si apra ora alla collaborazione con le strutture veterinarie e ne sfrutti le capacità di intervento sanitario".

Ufficio Stampa ANMVI
Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani
0372/40.35.47

pdfCOMUNICATO STAMPA 20 MAGGIO 2010.pdf

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.