FARMACI VETERINARI: APPROVATE LE NUOVE REGOLE EUROPEE

 Rafforzato il legame tra cure veterinarie salute animale e salute pubblica

Italia precorritrice: vendere farmaci veterinari on line era già vietato

Medico Veterinario “figura chiave” fortemente responsabilizzata

 

(Cremona, 26 ottobre 2018)- La plenaria di Strasburgo ha approvato il nuovo Regolamento Europeo sui Medicinali Veterinari. Con il voto di ieri pomeriggio l'Europarlamento avvia alla conclusione la riforma della legislazione in materia, risalente al 2001.

Le nuove regole affidano al Medico Veterinario un compito centrale nella gestione dei medicinali destinati agli animali, rafforzandone anche il ruolo a tutela della salute pubblica. Solo il Medico Veterinario, infatti, può prescrivere i farmaci da somministrare agli animali, sia che si tratti di animali allevati, destinati alla produzione di alimenti, sia che si tratti di animali da compagnia che vivono una sempre più stretta convivenza con le famiglie.

Ogni decisione sul farmaco veterinario, a scopo di prevenzione o di terapia, deve passare per una decisione e una diagnosi del Medico Veterinario, il quale stabilirà- sotto la propria responsabilità-  se e quale farmaco prescrivere e quanto utilizzarne. Il nuovo ruolo risponde ai nuovi principi di “uso prudente”, lotta all’antibiotico-resistenza e  “one health”: la salute animale e quella umana sono strettamente collegate.

Lo slogan del nuovo Regolamento potrebbe essere “Solo il Medico Veterinario sa come prevenire e come curare”.

Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Europea, il Regolamento sarà direttamente applicabile all’Italia senza recepimento. Alcune novità europee non sono in realtà tali per l’Italia, precorritrice di misure contro abusi e rischi, come la vendita on line di medicinali veterinari che nel nostro Paese è già soggetta a un rigoroso divieto.

L’ANMVI auspica che le nuove regole europee, finalizzate a tutelare sempre di più la salute degli animali, permettano anche di prevenire e di contrastare forme di esercizio abusivo della professione veterinaria e di somministrazione illecita da parte di soggetti non autorizzati.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani- 0372/40.35.47

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.