COMUNICATI STAMPA

AUMENTO IVA- DETRAZIONI INCERTE

Salgono a 35 mila le firme dell'ANMVI contro la Legge di Stabilità

ANMVI: incoraggiati i comportamenti contrari al possesso responsabile

(Cremona, 14 novembre 2012)- Altre cinquemila firme contro la Legge di Stabilità. Sono arrivate a 35 mila le firme raccolte dall'ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) per chiedere al Governo di allentare la stretta fiscale sulla prevenzione veterinaria e sulla sanità animale. 
La petizione- che raccoglie il consenso medici veterinari, proprietari, cittadini, parlamentari e organizzazioni del settore - chiede:

1. che le prestazioni di prevenzione veterinaria e di tutela della sanità pubblica (es. microchip, anagrafe, sterilizzazioni, vaccinazioni e profilassi obbligatorie) vengano esentate dall'IVA;

2. che l'IVA sulle prestazioni veterinarie venga ridotta da IVA ordinaria ad IVA agevolata come i medicinali

3. che venga mantenuta e innalzata la detraibilità delle spese veterinarie;

Da tempo, l'Associazione si attende che il Ministero della Salute faccia il primo passo e consideri la portata di sanità pubblica delle prestazioni veterinarie, almeno di quelle che concorrono a tutelare la sanità umana riconoscendole esenti da IVA.

La presenza di animali da compagnia interessa il 40% delle famiglie italiane. Circa 2 milioni e duecentomila, fra cani e gatti, non vengono mai portati dal veterinario e cresce il numero di proprietari che dirada le visite o non rispetta le profilassi contro le zoonosi. La scure fiscale, anzichè incentivare questa fascia di proprietari, rappresenterà un incoraggiamento a comportamenti contrari al possesso responsabile.

Ufficio Stampa ANMVI
0372/40.35.47

pdfCOMUNICATO STAMPA 14 NOVEMBRE 2012

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.