COMUNICATI STAMPA

Dopo la prima multa in Veneto per mancato soccorso ad un cane investito, non rimane che rendere attuativa la norma sul trasporto d'urgenza

(Cremona, 9 settembre 2010) - Il nuovo Codice della Strada - che ha introdotto il trasporto in "stato di necessità" per l'animale bisognoso di urgenti cure veterinarie - non sarà pienamente attuativo senza il decreto del Ministro dei Trasporti Altero Matteoli.

L'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani ha scritto al Ministro dei Trasporti chiedendogli di coinvolgere i medici veterinari nella stesura del provvedimento "per le evidenti implicazioni cliniche e professionali" del decreto ministeriale che dovrà disciplinare "le condizioni alle quali il trasporto di un animale in gravi condizioni di salute può essere considerato in stato di necessità, anche se effettuato da privati, nonché la documentazione che deve essere esibita, eventualmente successivamente all'atto di controllo da parte delle autorità di polizia".

La Legge 29 luglio 2010, n. 120 ha modificato l'articolo 177 e l'articolo 189 del Codice della Strada, introducendo l'obbligo di soccorso agli animali e disciplinando l'impiego di mezzi di soccorso nonchè il trasporto di un animale in gravi condizioni di salute come "in stato di necessità", anche se effettuato da privati con un mezzo qualsiasi. Come ricordato dalla circolare del 12 agosto scorso della Polizia di Stato, la disposizione non è tuttavia applicabile senza il decreto del Ministero dei Trasporti.

Ufficio Stampa ANMVI
Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani 
0372/40.35.47

pdfCOMUNICATO STAMPA 09 SETTEMBRE 2010.pdf

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.