COMUNICATI STAMPA

 

INACCETTABILE SPRECO DI LATTE SANO, LA DENUNCIA DEI VETERINARI DEGLI ALLEVAMENTI


(Cremona, 10 novembre 2015) – Il mancato ritiro di 15 mila quintali di latte dalle stalle italiane è uno spreco alimentare indegno di un Paese che ha fatto di EXPO la bandiera mondiale del rispetto per gli alimenti.

I veterinari della SIVAR (Società Italiana Veterinari per Animali da Reddito- società scientifica federata ANMVI) stanno assistendo indignati al mancato ritiro di un prodotto che è il frutto del lavoro di animali sani, curati ogni giorno per il massimo livello di salute, sicurezza e qualità del latte nazionale.

Le ritorsioni ai danni degli allevatori che da stanotte non riescono più a conferire il loro latte alla filiera sono inaccettabili sotto tutti i punti di vista, sia economici che etici.

Secondo i Veterinari della SIVAR, lo spreco di latte è il risvolto peggiore di una battaglia la cui negoziazione dovrà trovare una ricomposizione che non sacrifichi oltre la produzione di migliaia di bovini da latte, soprattutto degli allevamenti del Nord.

I veterinari degli allevamenti italiani chiedono quindi interventi urgenti per fermare lo spreco di latte in corso, l’immediata ripresa dei regolari conferimenti e interventi- anche di tipo legislativo - per impedire il ripetersi di gravi compromissioni della produzione primaria.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani
0372/40.35.47

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.