L’Anmvi si è unita al messaggio della Fve (Federazione dei Veterinari Europei) per i Colleghi dell’Ucraina sottoscrivendo l’appello ad escludere i medicinali dalle sanzioni contro la Russia e a sospendere gli adempimenti documentali ovvero il pet passport. Ogni altra iniziativa a favore dei Colleghi dell’Ucraina e del suo popolo, vedrà l’Anmvi attivamente partecipe e sostenitrice. I Veterinari Europei si dicono "sconvolti" dagli sviluppi della guerra in Ucraina, interpretando così il messaggio di tutte le associazioni veterinarie aderenti. Va infatti ricordato che nella Fve sono riunite tanto le sigle veterinarie dell’Ucraina che della Russia, in quanto lo spazio professionale della Federazione non ricalca quello politico dell’Unione Europea, ma quello geo-professionale euro-asiatico. Ha già colto nel segno la richiesta di allentare temporaneamente i requisiti di ingresso nell’Unione dei pet per consentire ai rifugiati di portare con sé i loro cani e gatti durante la fuga e a non esigere alle dogane europee il pet passport per ragioni umanitarie straordinarie. La DgSante della Commissione Europea ha infatti ammesso che l’ingresso nel territorio dell’UE possa avvenire sospendendo i requisiti previsti dal regolamento europeo 576/2013. Con una lettera agli ambasciatori dell’UE e ai Capi dei Servizi Veterinari Nazionali, il capo della DGSante Bernard Van Goethem, ha consigliato di facilitare la movimentazione non commerciale di animali da compagnia nel territorio dell’UE "per evitare possibili difficoltà con i rifugiati provenienti dall’Ucraina con i loro cani, gatti o altri animali da compagnia". Van Goethem ha fatto riferimento all’articolo 32 del regolamento 2013, che consente una deroga in situazioni eccezionali alle consuete esigenze di viaggio. Gli Stati Membri possono prendere accordi per i permessi che si applicherebbero agli animali domestici che viaggiano con rifugiati e autorizzare il loro ingresso senza una preventiva richiesta
individuale di permesso. Secondo il funzionario della Commissione, questa comunicazione consentirebbe agli Stati membri di informare il proprio personale alle frontiere per garantire la consapevolezza e quindi evitare qualsiasi problema. "Saremmo anche grati se poteste informare gli altri Stati membri delle misure adottate", ha concluso Van Goethem, dando la sua benedizione all’approccio già adottato da Polonia e Slovacchia. "Si spera che questo significhi che i rifugiati ucraini avranno una cosa in meno di cui preoccuparsi in questi tempi bui e difficili", ha twittato sul suo account ufficiale. L’articolo 32 del Regolamento 576/2013 consente delle deroghe per i movimenti a carattere
non commerciale di animali da compagnia verso gli Stati membri. La deroga consente il transito in un altro Stato membro "a condizione che detto Stato membro abbia precedentemente comunicato allo Stato membro di destinazione il suo consenso". La Fve si è appellata a tutte le parti in causa, chiedendo anche di "considerare i diritti umani e il benessere degli animali e di escludere dalle sanzioni tutti i medicinali per uso
umano e veterinario, i principi attivi farmaceutici e qualsiasi altra materia prima necessaria per la produzione di prodotti diagnostici, trattamenti e vaccini". Poco meno di un  anno fa, il 21 marzo 2021, è entrata in vigore la nuova legislazione dell’Ucraina sulla professione veterinaria. È la legge quadro che definisce le attribuzioni delle diverse autorità competenti ucraine, regola la salute e il benessere degli animali, le pratiche veterinarie, la produzione e l’impiego di medicinali veterinari e di prodotti di origine animale. La legge è stata adottata nell’ambito delle iniziative di ravvicinamento dell’Ucraina all’UE.

 

Pubblicazioni

anmvioggi

La Professione Veterinaria

Formazione

Salute e sicurezza sul lavoro

immagine sicurezzaLogo ANMVIDal 2003 ANMVI organizza corsi residenziali per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Dal 2011 anche corsi di formazione FAD.
Consulta le normative ed i corsi

Metodologia Didattica

GSMDVIl gruppo di studio, promosso e gestito da ANMVI, apre un nuovo filone di formazione per qualificare le docenze dei Medici Veterinari.
Consulta tutti i dettagli!

Benessere Veterinario

Logo OrizzontaleIl gruppo intende fornire ai Medici Veterinari sostegno all’esercizio della loro attività, individuale o collettiva, in chiave propedeutica allo sviluppo del benessere professionale.
Consulta tutti i dettagli!

Buone Pratiche Veterinarie

BPVmodiPercorso-qualità basato sulle BPV, secondo il Disciplinare (Manuale) ANMVI (Rev 3) adottato dall'ente di certificazione CSQA.
Consulta tutti i dettagli

Tecnico Veterinario

CCNL E NORMA UNI Nurse orizzontale

Per info contattare la Scuola di Cremona e Roma ai seguenti recapiti: Tel.0372/403515 - 06/87182658.
Segreteria ATAV (Associazione Tecnici Ausiliari Veterinari): Tel.0372/403536