Salvare gli antibiotici per salvare gli animali: petizione online

 

A metà settembre i Meps decideranno le sorti delle cure antimicrobiche veterinarie. I Veterinari di tutta Europa sono in pressing sul Parlamento europeo. ANMVI lancia una petizione on line ai 76 eurodeputati  italiani e alla politica nazionale. E invia una lettera aperta al Parlamento Europeo. Entrambe le iniziative chiedono di non privare gli animali di terapie antibiotiche salva vita.

Le iniziative di ANMVI contro il bando di terapie antimicrobiche essenziali proseguono oggi con due azioni:
- una petizione pubblica sulla piattaforma change.org, rivolta ai 76 eurodeputati italiani e ai politici nazionali, invitando cittadini, proprietari e medici veterinari a sottoscriverla.
Una firma per salvare gli antibiotici e gli animali
- una petizione rivolta al Parlamento Europeo pubblicata sulla piattaforma ufficiale dell'Unione
pdfTesto_della_petizione_ANMVI_al_Parlamento_Europeo.pdf204.23 KB

Entrambe le inziative chiedono che la plenaria di Strasburgo respinga la mozione Hausling- sorprendentemente approvata a luglio dalla Commissione ENVI (Salute e Ambiente)- che priverebbere per sempre di terapie antibiotiche essenziali gli animali di ogni specie.

La posta in gioco- A causa della farmacoresistenza sviluppata dai batteri, alcune classi di antimicrobici (nei quali rientrano antibiotici fondamentali) potranno essere autorizzate solo per l'uso nell'uomo. La domanda è: quali classi di antimicrobici? La discussione in atto è volta a stabilire i criteri legislativi in base ai quali saranno individuate le sostanze antimicrobiche che - in tutta l'Unione e dal 28 gennaio 2022- saranno riservate alle sole cure umane. Quindi non più autorizzate in medicina veterinaria.

A contrapporsi sono due posizioni alternative:
- da un lato ci sono i criteri proposti dalla Commissione Europea a marzo di quest'anno, che incontrano il consenso dei Medici Veterinari perchè lasciano impregiudicato l'uso di antimicrobici essenziali per curare gli animali da infezioni potenzialmente letali. E' su questa linea la categorizzazione di Ameg, il gruppo di lavoro dell'EMA.
- dall'altro c'è la Commissione ENVI (Salute e Ambiente) del Parlamento Europeo che a luglio ha invece votato a favore di una mozione (cd. mozione Hausling) che intende azzerare la proposta della Commissione, a favore dei criteri dell'OMS  criteri che per la comunità veterinaria europea equivalgono a privare gli animali di terapie antibiotiche essenziali e salva vita.

Votazione dal 13 settembre- L'aut aut sarà a breve al voto della plenaria di Strasburgo. Gli eurodeputati non potranno emendare la proposta della Commissione, ma solo decidere se accoglierla, come tutta la Veterinaria europea auspica, oppure respingerla, come hanno improvvidamente fatto gli europarlamentari di ENVI, fra i quali le italiane Simona Bonafè, Alessandra Moretti e Eleonora Evi, malgrado gli appelli di Epruma e di Anmvi.

Le azioni in corso a livello europeo

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.